Per informazioni su come COVID-19 ha influenzato le nostre attività aziendali fare clic qui.

Come effettuare il backup di un PC Windows o Mac

Uno degli errori più comuni consiste nella perdita di contenuti del PC a causa di incidenti non previsti, con la conseguente impossibilità di recuperare i dati persi perché non era stato effettuato alcun backup degli stessi. In caso di danneggiamento del disco rigido o di attacchi malware, è possibile garantire la massima sicurezza adottando le corrette precauzioni, con un backup del PC.

Non siete sicuri di cosa includere nel backup? È possibile iniziare dai file personali, come video, foto, librerie musicali e documenti importanti, che sarebbero altrimenti difficili da recuperare. Il backup dei file personali deve essere effettuato con frequenza. È anche possibile effettuare il backup del sistema operativo, di programmi e altre impostazioni ritenute necessarie. Prioritizzare frequenti backup del computer consente di risparmiare tempo e denaro in caso di emergenze.

Esistono svariati modi per effettuare il backup del sistema, con metodi che prevedono il backup locale o online. È consigliabile disporre di almeno tre copie di tutti i file più importanti. La copia originale, un backup e un backup del backup. Una combinazione di backup online e locali offre una protezione pari al 99 percento contro qualunque tipologia di perdita di dati.

Immagine di Cronologia File di Windows 10

Il backup locale risiede fisicamente presso la sede dell’utente. Ciò può consistere in un backup su drive esterni; un sistema rapido, semplice e molto più sicuro. Windows offre una semplice soluzione per il backup dei dati, attraverso l’applicazione “Backup di Windows”. L’applicazione è nota anche come “Backup e Ripristino” su Windows 7 e come “Cronologia File” su Windows 10. Prima di tutto, è necessario assicurarsi che l’hard drive esterno abbia una capacità pari o superiore a quella del drive interno del quale si desidera effettuare il backup. Successivamente, inserire il termine “backup” nella barra di ricerca e quindi selezionare “Impostazioni di backup”. Nella parte superiore dello schermo sarà visualizzata l’opzione “Backup con Cronologia file”. Da qui è possibile utilizzare il pulsante più “+” per selezionare il drive del quale effettuare il backup. Successivamente, è possibile pianificare i tempi e la frequenza dei backup.

Immagine di Time Machine di MacOS

Per gli utenti Mac, è possibile accedere al menu “Preferenze di sistema”, “Time Machine” e quindi selezionare il disco del quale si desidera effettuare il backup. In seguito, è anche possibile impostare il backup per l’esecuzione ogni ora, ed effettuare copie di qualunque modifica dell’hard drive selezionato. Si tratta di un processo semplice, che però consente la memorizzazione dei backup solo finché sull’hard drive di destinazione esiste spazio sufficiente a contenerli. Qualunque dato salvato una volta raggiunta la capacità massima andrà a sovrascrivere i dati esistenti e ciò può costituire un problema se è necessario accedere a tali dati in un secondo momento.

I backup offsite sono quelli in cui i dati vengono salvati in una località differenti da quella in cui risiedono i dati originari. Tecnicamente, il dispositivo in cui tali dati vengono memorizzati può essere un hard drive installato presso l’abitazione di un amico. Ma normalmente, questi backup vengono effettuati online. Dropbox, Google Drive, iCloud e OneDrive costituiscono soluzioni pratiche e a basso costo che offrono funzioni di sincronizzazione e consentono la sincronizzazione automatica dei file più importanti. In base alla quantità di dati di cui effettuare il backup, potrebbe essere necessario acquistare un piano dati. È anche possibile utilizzare una piattaforma di storage software di produttori terzi in base alle proprie preferenze. I dati saranno copiati in base alle scelte dell’utente, ogni volta che è disponibile una connessione a internet.

Un metodo più sicuro e completo per effettuare il backup del sistema consiste nel creare un’immagine del disco o un’immagine fantasma. La creazione di queste immagini richiede software dedicati. A tal fine, esistono soluzioni gratuite come Macrium Reflect e EaseUS, per il backup di hard drive fino a 1TB o capacità inferiori, unitamente a soluzioni a pagamento, come Acronis True Image. Spetta agli utenti trovare la soluzione di backup e ripristino adatta alle loro esigenze, attraverso accurate ricerche, lettura di recensioni e guardando video dedicati a tali applicazioni per assicurarsi che siano in grado di soddisfare le loro esigenze. Gli utenti Mac possono utilizzare l’applicazione “Disk Utility” per creare un’immagine del disco.

Il principio di fondo è che il backup del computer è un processo semplice che consente di risparmiare notevoli quantità di tempo e denaro, in caso di problemi al PC. Prioritizzare i backup e dedicando il tempo necessario alla copia di memorie e storage, spesso si rivela la strategia adatta per proteggere i dati e prevenire perdite e furti. Nel complesso, si tratta di una buona abitudine; specialmente se si lavora con molte informazioni personali o aziendali di natura sensibile.

Filtra per
  • Nome – da A a Z
    1. Nome – da A a Z
    2. Nome – da Z a A

Articoli correlati

Contattateci. Effettuate la sottoscrizione alle nostre email per ricevere tutte le news su Kingston e tanto altro.