Panoramica della soluzione di storage per calcolo ad alte prestazioni

Gli storage dalle prestazioni più elevate per gli ambienti dalle esigenze più consistenti

L'elaborazione ad alte prestazioni (HPC) porta un'enorme potenza di calcolo a disposizione di settori quali ingegneria, ricerca o impieghi think-tank. Soddisfare queste esigenze richiede però uno storage di elevate prestazioni. Grazie a una capacità di lettura costante di oltre 85.000 IOPS{{Footnote.N52169}} e agli oltre 550MB di risposta al secondo, per ogni singolo drive, gli array che adottano i drive SSD per datacenter di Kingston possono garantire le prestazioni necessarie anche agli ambienti più impegnativi.

Nessuna attesa connessa allo storage

I drive SSD per datacenter di Kingston offrono una latenza inferiore ai 400-microsecondi nelle operazioni di lettura, il che si traduce in un trasferimento immediato delle informazioni dalla piattaforma di storage ai cluster HPC. Ovviamente, minore è il tempo impiegato dalle informazioni per raggiungere lo stadio di elaborazione, maggiori potranno essere considerate le prestazioni dell'ambiente HPC. Senza dimenticare che a queste prestazioni bisogna aggiungere le capacità di throughput elevato dei drive SSD per datacenter di Kingston, che permettono alla piattaforma HPC di raggiungere livelli di efficienza del tutto inediti!

Risparmi concreti nell'alimentazione e nel raffreddamento

Le piattaforme HPC in genere prevedono volumi imponenti di dati archiviati in array molto ampi. Quando si passa a misurare gli storage in petabyte, si necessita di una quantità di energia molto maggiore per riuscire a mantenere costantemente operativi e connessi tali array. Numerose iniziative ambientali stanno spingendo le organizzazioni a esplorare nuove soluzioni per ridurre l'impatto ambientale. Gli array di storage che utilizzano i drive SSD specifici per datacenter di Kingston assorbono una frazione dell'energia necessaria al funzionamento dei tradizionali drive a dischi rotanti, spesso in misura dell'80% in meno rispetto agli array assemblati con dischi rigidi da 15K SAS. Il minor consumo energetico si traduce poi in minori costi operativi, il che - a seconda delle dimensioni dell'array - può voler dire un risparmio di centinaia, se non migliaia di dollari al mese.

  • Le soluzioni di big data e HPC che necessitano di prestazioni massime, ottimizzate per le applicazioni, utilizzano i drive a stato solido.
  • I drive SSD assicurano prestazioni migliori rispetto ai drive a disco rigido tradizionali, oltre a offrire una latenza minore più indicata per carichi di lavoro imponenti come l'elaborazione a elevate prestazioni dell'HPC.
  • La riduzione dell'energia assorbita che può arrivare fino all'80% rispetto ai drive a disco rigido si traduce in un risparmio significativo nella spesa per alimentazione e raffreddamento.
  • L'HPC necessita della reattività e della velocità dei drive SSD di livello datacenter di Kingston
  • I drive SSD per datacenter di Kingston sono disponibili in numerosi modelli, con capacità e prestazioni differenti, così da rispondere a qualsiasi esigenza posta da HPC e applicazioni per big data.
  • La sicurezza dei dati sensibili archiviati nell'HPC è garantita dalle funzionalità integrate di correzione avanzata degli errori e dalla protezione per i casi di assenza improvvisa di alimentazione basata sul firmware.
  • I drive SSD per datacenter di Kingston sono stati progettati per consentire elaborazioni I/O su ampia scala e per supportare applicazioni basate sulle prestazioni, molto comuni in ambito HPC e nelle soluzioni dedicate ai big data.
  • Il leggendario servizio di supporto Kingston assicura la tranquillità che si desidera per le proprie piattaforme HDC globalizzate.