Domande frequenti (FAQ)

Altre domande

Quali sono i requisiti di interfaccia per l'unità DCP1000 SSD?
Sono necessari almeno 8 slot fisici con 8 connessioni elettriche per godere di prestazioni ottimali su PCIe Gen. 3. La scheda (retro)compatibile con PCIe Gen. 2 & Gen. 11. Inoltre, supporta le modalità x4, x2 e x1 in un socket compatibile. FAQ: DCP1000-01
Quali sono i requisiti minimi previsti per chipset/CPU necessari per il supporto NVMe?
Qualsiasi chipset recente che supporti PCIe Gen. 3. Ad esempio, sono stati testati e approvati i chipset i5/i7, Intel E3-1xxx e E5-2xxx. La serie E5s può essere di v2, v3, o successiva. FAQ: DCP1000-02
In che modo si presenta l'unità DCP1000 al BIOS di sistema e al SO?
L'unità DCP1000 si presenterà come fossero 4 dischi separati. Il BIOS di sistema e il SO vedranno quindi 4 SSD indipendenti fra loro. L'unità può essere configurata in modo da creare un RAID oppure è possibile utilizzare i 4 drive in modo indipendente.ves. FAQ: DCP1000-03
È necessario l'uso di un driver per gestire l'unità DCP1000?
No. L'unità DCP1000 è di tipo plug-n-play, pienamente operativa con la maggior parte dei sistemi operativi più recenti. Quasi tutte le versioni attuali dei SO Linux e Windows dispongono dei driver NVMe già integrati. L'unità DCP1000 è compatibile con i driver NVMe preinstallati nei SO Linux e Windows. FAQ: DCP1000-04
Il RAID è supportato? Qual è la migliore opzione RAID?
L'unità DCP1000 supporta il RAID di tipo software (SW). Le configurazioni RAID tipiche possono essere impostate attraverso il comando mdadm nella maggior parte dei sistemi operativi su base Linux. Contattare Kingston per ottenere un white paper sulle configurazioni RAID consigliate.

Sono supportati anche i RAID basati su file system. I pool zpools ZFS possono utilizzare i drive non configurati, al pari di LVM e btrfs. ZFS/LVM possono essere avviabili (i 4 volumi sono avviabili). FAQ: DCP1000-05
Quale versione di kernel Linux è richiesta?
Tutte le versioni più recenti di kernel Linux sono adatte. Ad esempio, sono state testate e approvate le versioni 2.6.x (Centos 6.6 o 6.7 ad esempio), 3.x, e 4.x. L'unico requisito è che vi siano driver NVMe disponibili per quella specifica versione. I SO Linux più recenti hanno già integrati i driver NVMe (Ubuntu 14.04 e successivi, Centos 7.x e successivi, ecc.). Contattare Kingston per ottenere un elenco di tutti i SO supportati. FAQ: DCP1000-06
Deve essere utilizzato un SSD SATA dedicato per l'avvio?
In generale, un approccio di tipo logico vede l'avvio eseguito da un drive SO separato (SSD SATA ad esempio). L'unità DCP1000 viene quindi utilizzata come drive di dati. Questa configurazione permette di sfruttare al massimo le prestazioni dell'unità DCP1000. FAQ: DCP1000-07
È possibile utilizzare l'unità DCP1000 come dispositivo di avvio?
Sì, l'unità DCP1000 può essere utilizzata come dispositivo di avvio. La maggior parte delle configurazioni di avvio per l'avvio di NVMe possono essere gestite nella schermata di configurazione del BIOS di sistema. La configurazione consigliata tutta via prevede l'avvio da un drive dedicato al SO separato (SATA) e l'impiego dell'unità DCP1000 come drive di dati. FAQ: DCP1000-08
Quali sono i vantaggi offerti dalle prestazioni dell'unità DCP1000?
L'unità DCP1000 assicura prestazioni molto elevate, con 7GB/s di operatività sequenziale e oltre 1 milione di IOPS in lettura, dimostrandosi quindi una soluzione ideale per incrementare le prestazioni e la reattività delle applicazioni. FAQ: DCP1000-09
Quali sono le applicazioni target dell'unità DCP1000?
L'impiego dell'unità DCP1000 può risultare molto vantaggioso in numerosi tipi di applicazioni, quali Front End Web, Media Streaming, Email/Collaboration, Data Warehousing, AI/Data Mining, Virtualizazione/VDI, Accelerazione OLTP, Caching Layer, HPC e tante altre ancora che necessitano di bassi valori di latenza e ampia larghezza di banda. FAQ: DCP1000-10
Quali vantaggi possono ottenere gli integratori di sistema dall'implementazione dell'unità DCP1000?
Grazie all'unità DCP1000 gli integratori di storage e di sistemi possono realizzare offerte differenziate. L'implementazione dell'unità DCP1000 permette infatti di dare vita a soluzioni più economiche, più veloci e complessivamente migliori. FAQ: DCP1000-11
In che modo posso eseguire il RAID dell'unità DCP1000?
È sufficiente creare un RAID software all'interno del sistema operativo. FAQ: DCP1000-12
Quali configurazioni RAID sono supportate dall'unità DCP1000?
In teoria, qualsiasi tipo di RAID SW, ma si consiglia l'utilizzo delle configurazioni RAID 0 e RAID 1. Anche il RAID 5 è supportato, ma potrebbe avere impatto sulla vita operativa del drive SSD, dal momento che la protezione della sincronizzazione potrebbe produrre un volume significativamente maggiore di scritture al fine di preservare la parità dei drive. FAQ: DCP1000-13
Qual è la dimensione di stripe consigliata per la configurazione di un RAID 0 all'interno di un'unità DCP1000?
Per la configurazione di un RAID 0 si consiglia di impostare una dimensione di chunk di 256K. Ovviamente è possibile modificare tale dimensione in base alle esigenze del proprio ambiente operativo. FAQ: DCP1000-14
Il driver RST NVMe di Intel è compatibile con l'unità DCP1000?
Sì. Il driver RST di Intel è compatibile con l'unità DCP1000. Il driver RST di Intel è supportato solo da alcuni chipset Intel. Si consiglia di fare riferimento alla documentazione Intel per maggior dettagli: https://downloadcenter.intel.com/download/26224/-Intel-Rapid-Storage-Technology-Enterprise-NVMe-Intel-RSTe-NVMe-RAID-Driver FAQ: DCP1000-15
Quante linee PCIe sono necessarie per sfruttare al massimo le prestazioni dell'unità DCP1000?
Questa unità è basata su una scheda Gen3x8, per cui si consiglia di utilizzare 8 linee. Tuttavia, se installato in un socket x4, l'unità DCP1000 si adatterà automaticamente.
Se installato in un socket fisico x8 che è elettricamente inferiore, si adatterà alle connessioni elettriche disponibili durante la procedura di auto-apprendimento (x1-x8). Bisogna stimare un calo di prestazioni se utilizzato con x4 linee o anche meno. FAQ: DCP1000-16
L'unità DCP1000 supporta le modalità sospensione / ibernazione?
Sì, i comandi di gestione dell'alimentazione NVMe sono supportati. La maggior parte delle impostazioni di transizione nella gestione dell'alimentazione sono disabilitate per impostazione predefinita FAQ: DCP1000-17
Quali sono i termini di garanzia limitata previsti per l'unità DCP1000?
5 anni – o fino al consumo della durata massima del drive. Il punto in cui si identifica il termine di vita operativa utile dell'unità coincide con il momento in cui il valore del Ciclo di vita SSD restante più basso su una delle unità mostra 1. FAQ: DCP1000-18
L'unità DCP1000 è alimentata a 5V, 12V o entrambi?
L'unità DCP1000 è alimentata solo a 12V, forniti dal socket PCIe. L'unità DCP1000 dispone di un cavo di alimentazione ausiliare opzionale che può essere utilizzato nei casi in cui la scheda madre non fornisca sufficiente alimentazione (situazione del resto molto rara). Quasi tutti i sistemi riescono a fornire sufficiente energia direttamente tramite i socket PCI. Nel caso in cui ciò costituisse un problema, vi invitiamo a contattare Kingston. FAQ: DCP1000-19
L'unità DCP1000 supporta modalità di alimentazione diverse?
No. È prevista un'unica modalità di alimentazione. Tuttavia, sono supportati i comandi NVMe PM (Power Management) – anche se la modalità "Auto PM" è disabilità per impostazione predefinita. FAQ: DCP1000-20
Qual è l'overprovisioning sui drive con capacità da 1TB/2TB/4TB?
IL 28% in tutte le previste capacità dell'unità DCP1000. FAQ: DCP1000-21
È disponibile un'utility per l'OP dell'unità DCP1000?
No. L'area di OP viene preimpostata in fabbrica al 28%. FAQ: DCP1000-22
È consigliabile disabilitare la scrittura della cache nell'unità DCP1000?
No – non è necessario dal momento che ciò ridurrebbe le prestazioni dei drive SSD. L'unità DCP1000 supporta la protezione Pfail (Power Foss) per cui i dati vengono allineati nella cache in caso di assenza improvvisa di alimentazione. La scrittura della cache deve quindi essere lasciata attiva. FAQ: DCP1000-23
In che modo posso ottenere un benchmark della mia unità DCP1000?
Kingston fornisce i risultati di benchmark per i test delle prestazioni DCP. Si tratta di risultati relativi sia a throughput che agli IOPS. Kingston può fornire uno script breve o esteso con relative istruzioni. Per ulteriori informazioni, rivolgetevi al vostro rappresentante Kingston. FAQ: DCP1000-24
L'unità DCP1000 supporta escursioni termiche?
Sì, l'unità DCP1000 è dotata di una funzione di autoprotezione termica. Nel caso in cui l'ambiente operativo raggiunga temperature superiori agli 80 gradi Celsius (temperatura del drive – non del dissipatore) – il drive attiverà la funzione Thermal Throttle. FAQ: DCP1000-25
Che percentuale di prestazione residua mentre è attiva la funzione Thermal Throttle?
Le prestazioni risulteranno ridotte di 63MB/grado in lettura e 50MB/grado in scrittura. FAQ: DCP1000-26
A che temperatura viene disattivata la funzione Thermal Throttle con il conseguente ripristino delle prestazioni originali?
Il punto di attivazione/disattivazione è impostato a 80C, rilevato dal sensore della temperatura integrato nel controller. FAQ: DCP1000-27
L'unità DCP1000 supporta i report sullo stato di salute SMART?
È possibile visualizzare i dati SMART attraverso il software SSD Storage Manager di Kingston o qualsiasi altro strumento SMART di tipo standard che consente di accedere ai dati SMART basato su M.2. Il valore Ciclo di vita SSD restante cui si riferisce la garanzia va rilevato sul drive più usurato. FAQ: DCP1000-28
Cosa fa il comando NVME format al drive?
Il comando NVMe format cancella tutti i dati presenti sul drive. I dati non saranno recuperabili dopo una formattazione: tutti I dati dell'utente dovranno quindi considerarsi definitivamente persi. Dopo la formattazione il dispositivo ritorna alla condizione in cui si trovava appena estratto dalla confezione, per un periodo limitato di tempo. Con il passare del tempo e il succedersi delle scritture, il drive ritorna alle sue precedenti prestazioni. FAQ: DCP1000-29
Kingston ha pubblicato un elenco di piattaforme supportate?
Sì, Kingston ha pubblicato un elenco di SO e hardware compatibili. FAQ: DCP1000-30
L'unità DCP1000 supporta dimensioni di settori variabili?
No, l'unità DCP1000 non supporta dimensioni di settori variabili (520, 528, 4104, 4160, 4224 byte) FAQ: DCP1000-31