Domande frequenti (FAQ)

Part Specific FAQs

È sicuro utilizzare il drive E100 come unità di avvio per il mio computer desktop o notebook?

E vivamente raccomandabile NON utilizzare questo drive come unico drive di avvio. Questi drive sono progettati per operare in configurazioni RAID, all'interno di ambienti server. Se si desidera utilizzare questo drive come singola unità di avvio, è OBBLIGATORIO disabilitare la funzione TRIM; in caso contrario sussiste il rischio di instabilità di funzionamento del drive e di perdite di dati. Questo problema non si verificherà se il drive viene configurato in modalità RAID. I comandi TRIM non possono essere inviati al drive, quando l'unità SSD è impostata in modalità RAID. Stiamo attualmente preparando un aggiornamento firmware per risolvere questo problema.

Nel frattempo, se l'unità viene utilizzata come unico drive di avvio, è necessario disabilitare la funzionalità TRIM. Per disabilitare i comandi TRIM su Windows 7 e Window Server 2008, è necessario inserire il comando seguente in una riga di comando con diritti di amministratore:

fsutil behavior set disabledeletenotify 1

Sulle piattaforme Linux la modalità TRIM deve essere abilitata manualmente. Sui sistemi MacOS, la funzionalità TRIM è supportata solo sui drive di marca Apple.

FAQ: KSD-070512-E100-01

General SSD FAQs

Quando collego il mio drive SSD come unità secondaria, viene rilevato come nuovo hardware, ma non come drive utilizzabile. Come è possibile risolvere questo problema?

Aprire il pannello di controllo, selezionare "Strumenti di amministrazione" e quindi aprire la sezione "Gestione del computer". Fare clic su "Gestione disco" e verificare se il drive SSD viene rilevato, nella sezione destra del pannello. Se il disco è stato rilevato, fare clic sull'area in cui è presente l'etichetta "disco 1", "disco 2" ecc. e selezionare l'opzione "Inizializza disco" (Questa finestra può essere visualizzata automaticamente quando si accede alla schermata "Gestione disco").

Su Windows XP, fare clic col tasto destro del mouse sull'area a destra della medesima schermata e selezionare la voce "Nuova partizione". Quindi, selezionare la voce "Partizione primaria" dalla schermata della procedura guidata di creazione delle partizioni. Continuare la procedura guidata, selezionando dimensione, lettera di unità e quindi procedendo con la formattazione della partizione.

Su Windows Vista e 7, fare clic col tasto destro del mouse sull'area posta a destra dell'etichetta del disco e selezionare "Nuovo volume semplice". Continuare la procedura guidata, selezionando dimensione, lettera di unità e quindi procedendo con la formattazione della partizione.

Su MacOS, verrà visualizzata una finestra di notifica col messaggio "Inserimento disco". Fai clic sul pulsante "Inizializza". Verrà eseguita l'utility disco. Selezionare il drive Kingston dalla lista di drive elencati sul lato sinistro dello schermo. Dalla lista di azioni disponibili, selezionare "Seleziona partizione". Alla voce "Schema volume", selezionare "1 Partizione". Per il tipo di formattazione, selezionare l'opzione "MacOS Extended" se si tratta di un drive interno fisso. Selezionare ExFAT se si tratta di un drive esterno (disponibile su MacOS 10.6.6 e superiori). Fare clic su "Applica". Verrà visualizzata una finestra di notifica che informa l'utente che tutti i dati saranno cancellati dal drive. Fare clic sul pulsante della partizione posizionato in basso.

FAQ: KSD-060314-GEN-14

OS/Compatibility FAQs

Quando provo ad installare Windows 7 dal mio disco di installazione, il nuovo drive SSD non viene rilevato, anche se il drive viene riconosciuto nel BIOS. Come è possibile risolvere questo problema?

Di seguito viene indicato come procedere nei casi in cui il drive SSD viene visualizzato nel BIOS, ma l’installazione di Windows 7 non rileva il drive:
Eseguire questi passaggi:

Scollegare qualsiasi drive SSD o disco rigido. Avviare il disco di installazione di Windows 7. Scegliere l’opzione di riparazione, quindi il pulsante Avanzate e infine aprire un prompt di comandi. Digitare "diskpart" senza virgolette e premere Invio. Verrà visualizzato un prompt denominato "diskpart". Digitare i seguenti comandi e premere Invio dopo ognuno di essi.

Diskpart > Select Disk 0
Diskpart > Clean
Diskpart > Create Partition Primary Align=1024
Diskpart > Format Quick FS=NTFS
Diskpart > List Partition
Diskpart > Active
Diskpart > Exit

A questo punto, riavviare il computer con il disco di installazione di Windows 7.

KSD-100214-GEN-20

FAQ: KSD-100214-GEN-20

Altre domande

Cosa significa l'acronimo ESD?

L'acronimo ESD significa "Electro-Static Discharge" e indica semplicemente il fenomeno dell'accumulo di scariche elettrostatiche. Il fenomeno dell'ESD non deve essere preso alla leggera, in quanto rappresenta uno dei fattori in grado di danneggiare o distruggere un computer o i componenti hardware. Le scariche elettrostatiche sono come quelle che si verificano quando si strofina un piede su un tappeto e poi si tocca un oggetto metallico. L'ESD può verificarsi senza che l'utente riscontri alcuna forma di shock elettrico, e avviene esclusivamente quando si opera sui componenti interni di un computer o durante la manipolazione di componenti hardware.

Come è possibile evitare il fenomeno dell'ESD?
Il metodo migliore per evitare i fenomeni di ESD consiste nell'utilizzare un apposito braccialetto antistatico, oppure un tavolo o una stuoia antistatici. Tuttavia, dato che la maggior parte degli utenti non dispone di un accesso a questi oggetti, abbiamo incluso le raccomandazioni indicate sotto al fine di minimizzare il rischio di scariche elettrostatiche.

  • Operare stando in piedi: è consigliabile restare in piedi quando si opera su un computer. Stando seduti su una sedia si possono generare quantità maggiori di energia elettrostatica.
  • Cavi: assicurarsi che sul retro del computer non sia presente alcun cavo collegato, (cavo di alimentazione, cavo mouse, tastiera, ecc.).
  • Indumenti: assicurarsi di non indossare alcun tipo di indumento in grado di condurre cariche elettriche di potenza elevata, come i maglioni in lana.
  • Accessori: al fine di minimizzare il rischio di scariche elettrostatiche e per evitare altri problemi, è vivamente consigliabile rimuovere qualunque tipo di gioiello o altri oggetti simili.
  • Eventi climatici: le tempeste elettriche possono accrescere il rischio di scariche elettrostatiche; pertanto, se non strettamente necessario, è consigliabile non operare su un computer durante una tempesta elettrica. In zone con climi particolarmente secchi, l'aria diventa un elemento del meccanismo che favorisce l'accumulo di energia elettrostatica, in qualunque occasione in cui sono presenti flussi d'aria (vento, aria condizionata, ventilatori) che attraversano una superficie isolata. Non lasciarsi ingannare dal fatto che l'area in cui si opera è esposta ad alti livelli di umidità, e prestare sempre attenzione ai problemi di corrosione tra connettori e altre interfacce elettriche.

Fare riferimento al link del sito riportato sotto per ulteriori informazioni sul fenomeno dell'ESD e sui metodi per proteggere gli apparati elettronici.

ESD Association
http://www.esda.org/aboutESD.html

FAQ: KTC-Gen-ESD

Contattare il supporto tecnico

Questions about a Kingston product you already own? Ask a Kingston expert.

Live Chat con il Supporto tecnico

Monday-Friday 6 a.m.-6 p.m. PST

Chat Off
Contattare il Supporto tecnico

Monday-Friday 6 a.m.-6 p.m. PST

+1 (800)435-0640 (Closed)