Notiamo che stai visitando il sito del Regno Unito. Ti piacerebbe invece visitare il nostro sito principale?

Immagine di una persona che tiene in mano uno smartphone Android

Scelta dello storage per il vostro dispositivo Android

Mascotte di Android

Android è il principale sistema operativo, con milioni di applicazioni sullo store Google Play. Uno dei punti di forza nel possedere un dispositivo Android (smartphone, tablet, droni, dashcam, console per gaming mobile), risiede nella possibilità di aggiungere storage. La capacità di aggiungere storage è talmente semplice che anche gli utenti che hanno meno familiarità con le tecnologie possono usufruirne. È sufficiente inserire una scheda microSD o un drive Flash USB nello slot del dispositivo per poter utilizzare tutto lo spazio di archiviazione necessario. Lo spazio di archiviazione aggiuntivo, è necessario per applicazioni, video, foto, film e documenti, consentendone il facile trasferimento tra dispositivi differenti, senza alcuna necessità di connessioni internet.

Se avete già utilizzato schede SD e microSD in precedenza, saprete certamente che la scelta di dispositivi di questo tipo è estremamente ampia, con differenti capacità, classi e tipologie di applicazioni. Quindi, come è possibile stabilire quale dispositivo acquistare? Prima di procedere con i dettagli specifici, parliamo di alcune informazioni generali.

Immagine di un gamer che gioca su un dispositivo Android

Cercare una scheda con il contrassegno Class A1 o Class A2. I contrassegni indicano che la scheda è progettata per l’uso e lo storage con applicazioni specifiche. Si tratta di designazioni utilizzate con specifiche di classe delle prestazioni delle applicazioni relativamente nuove. Lo standard è stato progettato dalla SD Association specificamente per le schede SD E microSD utilizzate con applicazioni intensive, come i dispositivi Android. Queste schede hanno classi di velocità adeguate per l’uso con dispositivi mobili per entrami i tipi di storage e per le applicazioni in esecuzione.

Vi starete chiedendo qual è la differenza tra la memorizzazione di video, audio, foto e applicazioni in esecuzione. Lo storage viene utilizzato con velocità in scrittura sequenziali sostenute. I dati vengono ricevuti con velocità elevate e costanti, per essere poi memorizzati con metodi diretti e convenzionali. Durante l’esecuzione delle applicazioni, i bit di dati vengono scritti casualmente e posizionati laddove è disponibile spazio di storage. Di conseguenza, tale fenomeno viene denominato come lettura/scrittura casuale.

Sia le schede Class A1 che quelle A2 sono indicate per gli utenti Android, in quanto caratterizzate da velocità casuali appropriate per l’uso con applicazioni offrendo al contempo velocità in scrittura sequenziali sostenute pari ad almeno 10 MB/s.

La prima cosa da fare nella scelta di una scheda di memoria microSD per un dispositivo Android consiste nell’assicurarsi che la scheda sia di tipo Class A1 o Class A2. Se non lo è, non è necessario utilizzarla per questa situazione.

Schede MicroSD

In termini di capacità, le schede microSD possono avere una capacità massima di 512 GB. In questo caso, tuttavia, maggiore capacità non corrisponde necessariamente all’idea di un migliore dispositivo. Se il dispositivo dovesse andare perso o essere danneggiato, si perderà oltre mezzo terabyte di file, documenti e altri dati importanti. Un costo piuttosto alto per la praticità di avere tutti i dati in una singola scheda.

Esistono due tipi di schede microSD, con l’unica differenza costituita dalle gamme di capacità: Secure Digital High Capacity (SDHC) e Secure Digital Extended Capacity (SDXC). Lo standard SDHC dispone di una gamma di capacità compresa tra 2 GB e 32 GB, con i modelli SDXC in grado di offrire una gamma compresa tra 32 GB e 512 TB. A titolo esemplificativo, una scheda da 32 GB è in grado di contenere oltre 5.300 immagini da 18 MP, oppure circa 3 ore di video 720p a 30 fps.

Le schede microSD (e i modelli SD standard), offrono un’ampia gamma di velocità, con la maggior parte delle schede conformi a numerose tipologie di classificazioni. La vostra scelta naturalmente dipende da ciò che si desidera fare con lo storage extra. Le schede di classe U1 o U3, sono una scelta eccellente per impieghi generici di routine, ma anche come storage per i dati delle applicazioni. Tuttavia, se si stanno registrando video in formato 4k, è consigliabile passare a schede di classe U3/V30, V60 o anche V90.

Mentre la maggior parte opta per una scheda MicroSD, un’altra opzione di storage è costituita dai noti drive Flash USB. La maggior parte dei dispositivi Android utilizza porte microUSB o USB-C®. Durante l’acquisto di un drive flash, è necessario assicurarsi di utilizzare il corretto connettore maschio. Se si desidera collegare solamente il drive flash allo smartphone, sarà necessario un solo connettore. Tuttavia, esistono alcuni drive flash che dispongono di un doppio connettore con una porta USB-A sull'altro lato, al fine di consentire una semplice connessione al drive flash del laptop o del PC.

Drive flash USB-C Kingston DT Max e DT Duo

Le schede MicroSD sono compatte e semplici da utilizzare. È sufficiente inserire la scheda nel dispositivo e scordarsene. I drive flash USB sono dispositivi esterni, interamente separati dal dispositivo. Pertanto se il dispositivo viene perso o danneggiato, i dati possono ancora essere copiati in sicurezza.

Lo storage esterno rappresenta uno dei principali vantaggi nel possedere un dispositivo Android (e ogni utente Android ve lo farà sempre notare). Ma a prescindere dal dispositivo di storage che si decide di acquistare, è prima essenziale assicurarsi che il dispositivo Android sia in grado di supportarlo.

#KingstonIsWithYou

Video correlati

Articoli correlati