Notiamo che stai visitando il sito del Regno Unito. Ti piacerebbe invece visitare il nostro sito principale?

Un giovane professionista con un collega e un laptop. Sulla scrivania una camera e vari accessori.
Create il vostro portfolio fotografico

Sfoggiate il vostro talento fotografico

Il portfolio per un fotografo è importante tanto quanto il curriculum per la maggior parte delle altre professioni. E in certi casi, è anche di più. È una raccolta dei lavori più significativi. È un biglietto da visita. È l'espressione grafica della loro creatività, del loro stile, delle loro capacità e della loro dedizione. È indispensabile per acquisire incarichi (o, detto in altro modo: guadagnare denaro).

Non si scherza!

Abbiamo raccolto alcuni consigli per aiutare i fotografi nella creazione di un portfolio capace di catturare l'attenzione. Ovviamente, la realizzazione dei portfolio non è il nostro core business, ma lo è sicuramente l'assistenza alla risoluzione dei problemi di archiviazione digitale. Ma su questo torneremo dopo.

Cosa deve contenere un portfolio?

Le foto scattate, ovviamente. Ne parleremo fra un attimo. Prima, partiamo dagli altri elementi da includere. Oltre a voler vedere le vostre foto, i potenziali clienti vorranno sapere qualcosa su di voi.

Nel creare la pagina "Chi sono", indicate il vostro nome, i dati di contatto (sede/indirizzo, numero di telefono, indirizzo e-mail) e un piccolo background sulla vostra passione per la fotografia e sulla vostra formazione, se rilevante. Se siete specializzati in un particolare genere fotografico, specificatelo e spiegate perché lo avete scelto. Citate eventuali premi vinti. Sarebbe utile anche pubblicare un elenco di clienti precedenti e degli scatti realizzati per loro. Non dimenticate i link ai vostri canali social e il vostro listino prezzi. Siate concisi. Quattro o cinque paragrafi sono sufficienti.

Quali foto pubblicare

Una fotocamera su una scrivania con una scheda Canvas Go! Plus Kingston da 512GB semi-inserita. Sulla scrivania anche una pianta e una cartella.

Senza giri di parole: il meglio del meglio. Non è quindi una selezione da fare mentre siete in una sala d'attesa. DEDICATECI TEMPO!!!

È auspicabile che le foto siano già organizzate in base a qualche criterio. In caso contrario, cogliete questa occasione anche per dare un ordine alle vostre foto. In questo modo, vi sarà molto più facile in futuro trovare specifici tipi di immagini che vi occorrono. Una buona organizzazione vi permetterà anche di selezionare le foto che occupano spazio e che non sono degne di essere esposte nel portfolio. Ad esempio, potreste trovarvi ad eliminare le foto raw, gli scatti sfocati, le foto di prova, le foto personali di familiari/amici, le vacanze, ecc.

E ora, passiamo alla parte difficile e più critica: la scelta delle foto.

  • Meno è, meglio è: se esagerate, sarete scartati di sicuro. 15, massimo 20 foto andranno benissimo. Un errore assolutamente da evitare è andare oltre le 30 foto.
  • La varietà è il pepe della vita e dei portfolio. Evitate di pubblicare scatti simili o addirittura identici. Mettete in mostra la vostra versatilità e le vostre capacità pubblicando foto diverse per colori, illuminazione e composizione.
  • Se non siete specializzati in un particolare genere, create un portfolio specifico per ogni ambito. Chi cerca un fotografo per il proprio matrimonio non avrà alcun interesse per le vostre pluripremiate foto di motociclette in controluce.
  • Nella pagina "Foto" del vostro portfolio non deve finirci altro: solo foto. Descrizioni, racconti ed emoji divertenti avrebbero il solo effetto di rovinare l'atmosfera. I portfolio fotografici sono elaborati visivi, non editoriali, quindi lasciate che siano le vostre immagini a parlare.
  • Dopo una prima selezione, è normale trovarsi con molti più scatti di quelli che andrete a pubblicare (ricordate che l'obiettivo finale è quello di selezionare 15-20 tra i vostri migliori scatti). Ora si inizia a scremare.
  • Basterà ripetere quanto fatto prima.

E poi, ripetetelo ancora, tutte le volte che occorre. Rispettate la categoria del vostro portfolio. Un unico genere per ciascun portfolio. La maggior parte dei potenziali clienti nel settore imprese non sarà interessata a scatti di ricevimenti nuziali sulla spiaggia.

Mettete alla prova il vostro portfolio

Una giovane donna guarda un paesaggio cittadino con in mano una fotocamera, offrendola allo spettatore.

Una volta completata, mettete alla prova la prima bozza del vostro portfolio. Fatela vedere agli altri. Chiedete loro se trovano attraente il design/layout. Le immagini sono convincenti? Ce ne sono abbastanza? Ce ne sono troppe? Cosa andrebbe migliorato? Mi assumereste dopo aver visto questo?

Cercate di procurarvi un feedback costruttivo da persone rientranti in questi tre gruppi: fotografi professionisti, persone attive in un settore creativo diverso dalla fotografia e amici o familiari. Ovviamente, quello che conta di più è il parere dei fotografi professionisti.

I portfolio tradizionali vanno ancora di moda

Oggi i portfolio digitali sono la regola. Tuttavia, esistono ancora valide ragioni per creare una versione stampata. I portfolio digitali hanno il pregio di poter essere mostrati a potenziali clienti praticamente ovunque essi siano nel mondo; ma una versione stampata, di ottima qualità, ha l'ulteriore pregio di poter far colpo sui potenziali clienti incontrati di persona, agevolando la vendita dei vostri servizi. Oltre ad apparire più professionali, la copia stampata ha quel qualcosa in più che testimonia la vostra passione.

Tenetelo aggiornato

Il portfolio non è un lavoro da fare una tantum. Deve sempre testimoniare chi siete qui ed ora. Le foto di un anno o due fa possono apparire datate. Prendete l'abitudine di riguardarvi ed aggiornare con regolarità il vostro portfolio: ogni trimestre, ogni sei mesi o almeno ogni anno. Ricordate che se aggiungete, dovete anche sottrarre. Il totale deve essere compreso tra 15 e 20.

La parte di Kingston

Il bello di un portfolio digitale è che può essere inviato in modo facile ed economico. Bastano un paio di click ed è in viaggio verso i potenziali clienti. Come anticipato all'inizio, Kingston può occuparsi di un compito molto importante: lo storage. Proprio così: i portfolio possono essere archiviati in un PC, un laptop o anche nel Cloud. Ma Kingston offre diverse soluzioni di archiviazione per i vostri portfolio facili da usare:

  • Drive Flash USB con crittografia
  • Schede di memoria microSD e SD ad alte prestazioni e capacità (come Canvas React Plus e Canvas Go! Plus, progettate per settori che necessitano di capacità fino a 1TB)
  • Drive SSD esterni super veloci con l'XS2000

Il vantaggio connesso all'uso di queste soluzioni di storage? La portabilità. Portatelo con voi a un incontro con un potenziale cliente, attivate il mezzo di riproduzione che avrete scelto e il vostro intero portfolio apparirà in tutto il suo splendore, pronto per essere visualizzato e letto dal vostro cliente.

Ecco tutto. Giusto qualche consiglio, speriamo utile, con cui siamo lieti di accompagnare la vostra crescita nella carriera di fotografi.

#KingstonIsWithYou

Video correlati